• Unicorni, draghi, sirene e altri animali mitologici

    Sergio Calzone
 
Consigliato per le classi I-II

 

I percorsi di lettura. Da sempre l’uomo ha cercato di simboleggiare in animali favolosi i grandi fenomeni della natura, i fatti storici che più l’hanno colpito, le sue proprie virtù e i difetti. Ne è scaturita una galleria di creature, ora mostruose, ora di struggente bellezza, che formano un ben singolare «bestiario», in cui sono rappresentate tutte le ossessioni e le passioni umane. Il volume propone questa galleria di esseri favolosi, dividendoli in percorsi che individuano tematiche ricorrenti e proponendo in tal modo una curiosa incursione nel fantastico mondo creato dalla immaginazione degli scrittori antichi e di quelli medievali.
I primi due percorsi di questa raccolta contengono racconti arrivati fino a noi dall’Antichità, mentre gli altri due percorsi sono costituiti da vicende create nel Medioevo.

 

Le storie e gli autori. Le storie presentate sono tratte da autori e fonti molto diversi: antiche leggende tedesche e Omero, miti greci e Dante, fiabe inglesi, mitologia messicana e peruviana.
Sono storie di forza incredibile, dove uomini dal coraggio impavido e dal braccio potente hanno sconfitto esseri terrificanti. Ma anche vicende in cui l’astuzia e l’intelligenza prevalgono di gran lunga sulla violenza e servono altrettanto bene a liberare il mondo da mostri pericolosi.
Vengono descritte trasformazioni impensabili di cui sono stati protagonisti esseri umani che hanno trovato la loro pace sotto l’aspetto di animali; oppure sfide davvero temerarie nelle quali si può vincere o si può perdere, ma dove si dimostra come la nostra specie non sa resistere alla tentazione di mettersi alla prova e di cercare di superare i propri limiti.
Sono narrati sottili inganni orditi da creature che non conoscono la pietà, ma che spesso devono cedere il passo al valore di qualche eroe impavido.
E poi diventano protagoniste creature preziose, dotate, sì, di poteri straordinari ma che sanno anche mettersi in comunicazione con gli uomini e fare loro del bene, se i cuori di questi sono puri.
In queste storie si possono trarre considerazioni istruttive: niente al mondo è più importante dell’affermarsi della giustizia, anche se spesso essa è insidiata e quasi nascosta dalle oscure manovre di chi, dal male, spera di trarre guadagno e potere. Ecco dove la fantasia si collega alla realtà e parla un linguaggio comune: quello che insegna che, tra bene e male, bisogna imparare a non esitare un attimo e ad agire con la tranquilla certezza di chi è nel giusto.

 

  Unicorni draghi sirene_Anteprima.pdf 

Download (PDF, 246KB)